Magazine

La demenza e il gioco

 

neuro
Ci sono molte difficoltà a prendersi cura di una persona che soffre di demenza. 

Può essere difficile trovare attività che coinvolgano il paziente man mano che la malattia progredisce.

Senza essere irrispettosi dell'età della persona, mettere le mani in una scatola dei giocattoli dimenticata potrebbe far scoprire oggetti che possono essere usati.


"Noi promuoviamo le attività piuttosto che l'uso di giocattoli", ha detto Charleen Barkman, educatrice interna in una struttura di assistenza a lungo termine di Steinbach nel Manitoba (Canada).

"Cerchiamo di fornire alle persone con demenza attività che potrebbero aver fatto prima della malattia. Cerchiamo di evitare gli oggetti dall'aspetto infantile, come i puzzle con immagini infantili".


Tuttavia, secondo lei, un puzzle con pezzi grandi e la foto di un vero cavallo, invece di un cavallo dei cartoni animati, potrebbe interessare il nonno che aveva cavalli nella fattoria.


Gli oggetti che incoraggiano la creatività o la destrezza possono coinvolgere più a lungo una persona che vive con demenza e possono fornire punti di discussione sui giorni passati.


È importante evitare problemi di sicurezza, come piccoli oggetti che possono essere ingeriti o oggetti con bordi taglienti che potrebbero causare lesioni, se lanciati.


"Vendiamo molti dei nostri prodotti Clics alle case di cura", ha dichiarato Dave Smith, distributore canadese dei grandi mattoncini colorati (ndt: simili ai Lego). Ha detto che i blocchi sono troppo grandi (5x5 cm l'uno) per essere ingoiati e che i bordi sono arrotondati. Offrono una buona coordinazione occhio-mano per costruire oggetti o per essere ordinati per colore, ha aggiunto.


Spesso, poiché i giocattoli sono progettati pensando ai bambini, presentano già meno rischi di soffocamento, tossicità o lesioni. "Cerca di trovare oggetti che usano i bambini, ma che sono in stile adulto", ha detto la Barkman.


I giochi di corrispondenza possono andare bene, ma invece di abbinare giochi con disegni di tipo infantile, come quelli con i cuccioli, cerca un gioco che abbia immagini più complicate, come trattori o auto, ha aggiunto. Oppure, fornire una pila di calzini che devono essere ordinati. Inoltre, le bambole per bambini possono incoraggiare le capacità di accudire, e il comfort.


La dottoressa Elizabeth Rhynold, geriatria della Prairie Mountain Health, ha detto che la sicurezza dovrebbe sempre essere una priorità. "Cerca di evitare piccole parti, oggetti che sembrano cibo e, durante la stagione influenzale, assicurati sempre che gli oggetti vengano puliti regolarmente".


Nel tempo, potrebbe essere necessario modificare gli strumenti o la modalità di utilizzo. Ad esempio, potrebbe essere necessario aumentare la dimensione dei blocchi o, invece di usare i blocchi per costruire un fienile o una recinzione, potrebbe essere più idoneo l'ordinamento per colore.


L'uso di giocattoli familiari ai bambini può aiutare questi ultimi a relazionarsi con un nonno con demenza e creare una condivisione intergenerazionale. "Scopri cosa funziona e condividilo con altri caregiver o persone che forniscono assistenza di sollievo", ha detto la Rhynold. "Impara ciò che la persona era solita fare e modificala. Non essere deluso se qualcosa non funziona o non dura. Per quanto poco una persona si diverta, è comunque un successo".


Non usare le capacità genitoriali per correggere il comportamento come faresti con un bambino. Tratta con rispetto i pazienti adulti con demenza e offri attività che potrebbero essere in grado di fare e che sono appropriate per l'età.